Dialoghisul-tempo-crop-web

…a time is simply determined by a blur.  1

DIALOGHI SUL TEMPO  / DIALOGUES ABOUT TIME 

Palazzo Archinto – Via Olmetto 6, Milano

Tre appuntamenti, aperti al pubblico, in cui ricercatori, archivisti, filosofi, artisti e scacchisti… conversano sul tempo. Three meetings, open to the public, in which researchers, archivists, philosophers, artists and chess players… talk about time

Delafon-Codeghini-Viel-Diaologhisultempo-PhGianniRoman0-crop_n

Martedì 24 ottobre ore 16.30 entra>

1dialoghisultempo-Maccone-Morgantin-Cristini

Giovedì 9 novembre ore 16.30 entra>

IMG_6171

Giovedì 16 novembre ore 16.30 -20.00 entra>

AndarXporte a cura di ArtCitylab
18 ottobre – 1 dicembre 2017
Palazzo Archinto, via Olmetto 6, Milano

volantino stampa - dialoghi sul tempoIMG_7506ddialoghisultempo-Lorenzo Maccone

Delafon-Codeghini-Viel-PhGianniRomano

Cose Cosmiche alla mostra AndarXporte presenta Dialoghi sul tempo. 1497 – 2017, In collaborazione con l’Archivio dei Luoghi Pii Elemosinieri.

Una selezione di documenti dell’Archivio dei Luoghi Pii Elemosinieri, custodito a palazzo Archinto, sono esposti in dialogo con sculture e disegni di Helga Franza e Silvia Hell nati dalla riflessione sul rapporto tra spazio e tempo. Durante la mostra si svolgeranno inoltre incontri aperti al pubblico, in cui ricercatori, archivisti, filosofi, artisti e scacchisti… conversano sul tempo. Gli incontri saranno sempre in spazi diversi del palazzo, circondati dalle le opere degli artisti partecipanti e dai ritratti della collezione della A.S.P. Golgi-Redaelli.

FullSizeRender

Cose Cosmiche. Dialoghi sul tempo. 1497 – 2017
In collaborazione con l’Archivio dei Luoghi Pii Elemosinieri

Teca 1 (in senso orario dal basso a sinistra): Innsbruck, 6 ottobre 1497 L’imperatore Massimiliano I, su richiesta di Gerolamo Griffi e fratelli, dichiara nulla l’eventuale legittimazione dei figli naturali di un altro defunto fratello, nel caso in cui intendessero avvalersene per succedere “ab intestato” nell’eredità dei supplicanti, ALPE, Diplomatico, cart. 7, 18, Silvia Hell, Marchese, Marchio II (VA) / A Form of History, 2012, Silvia Hell, маркuз II (BG) / A Form of History, 2013, Silvia Hell, Markgraf, Marquis, Marchese II (CH) / A Form of History, 2011, Eugenio Villoresi, Progetto per l’impianto di una marcita in Gaggiano, [1854], ALPE, Poderi, b. 1998, Disegno di un tratto di roggia Bolagnos in Macconago, 1851, ALPE, Acque, b. 1023, Silvia Hell, Strange Attractor (Cy Twombly, Mondrian, Giacometti), 2016, Silvia Hell, Grafico Italia / A Form of History, 2011

Cose Cosmiche. Dialoghi sul tempo. 1497 – 2017
In collaborazione con l’Archivio dei Luoghi Pii Elemosinieri

Teca 2 (in senso orario dall’alto a sinistra): Carlo Federico Regalia, Ansa del fiume Lambro, 1744, ALPE, Acque, b. 1261, Helga Franza, Tre modi di portare dentro il fuori #2,  2011 Disegno di un tratto di roggia Bolagnos in Macconago, 1850, ALPE, Acque, b. 1023, Helga Franza, Tempo attraverso #10, 2015, Helga Franza, Spazio esteso, 2016

Dialoghi sul tempo è all’interno di AndarXporte a cura di ArtCitylab e con la collaborazione di Milanoattraverso

 1) Carlo Rovelli, L’ordine del tempo, Adelphi, 2017

AndarXporte a cura di ArtCityLab
18 ottobre – 1 dicembre 2017
Opening mercoledì 18 Ottobre ore 18.00

orari: dal lunedì al venerdì ore 12-18
Palazzo Archinto, via Olmetto 6, Milano

Con AndarXporte ArtCityLab ha studiato un percorso alternativo tra il cortile e le stanze del primo piano di Palazzo Archinto, palazzo storico milanese del XVII secolo. Tra i vecchi uffici, i corridoi e stanze principali e secondarie, gli artisti hanno occupato vari luoghi con discrezione, lasciando intatta l’atmosfera preesistente, creando tuttavia nuove associazioni visive e mentali tramite accostamenti tra gli spazi e parte degli oltre 200 dipinti che formano il patrimonio di Palazzo Archinto.
Andando per porte il visitatore rivisita luoghi che non erano deputati all’abitare ma al pubblico ufficio, ed è libero di reinventare in maniera più introspettiva quello che di porta in porta diventa un vero e proprio viaggio nei secoli, tra passato e presente…

facebook event >

Artisti partecipanti:
Matteo Basilè, Fabrizio Bellomo, Simone Bergantini, Francesco Bertelé, Edo Bertoglio, Tomaso Binga, Yannis Bournias, Danilo Buccella, Maria Magdalena Campos-Pons, Monica Carocci, Maurizio Cattelan, Guendalina Cerruti, Marco Cingolani, Laura Cionci, Gianluca Codeghini, Vittorio Corsini, Cose Cosmiche, Simona Da Pozzo, Davide D’Elia, Carlo Dell’Acqua, Gabriele Di Matteo, Gianluca Di Pasquale, Ylbert Durishti, Igor Eskinya, Bruna Esposito, Franko B, Ettore Favini, Robert Gligorov, Fausto Gilberti, Bruna Ginammi, Alice Guareschi, Diango Hernandez, Debora Hirsch, Zhang Huan, Irina Jonesco, Kensuke Koike, Michele Lombardelli, Claudia Losi, Marco Andrea Magni, Domenico Antonio Mancini, Isabella Mara, Eva Marisaldi, Allegra Martin, Paola Mattioli, Vedova Mazzei, Luis Molina-Pantin, Andrej Molodkin, Margherita Morgantin, Niccolò Moronato, Marco Neri, Luca Pozzi, Agne Raceviciute, Pipilotti Rist, Filippo Romano, Maryam Roshanaei, Roberta Savelli, Attila Szűcs, Sam Taylor Wood, Massimo Uberti, Enzo Umbaca, Sophie Usunier, Arianna Vanini

La mostra AndarXporte nasce dalla collaborazione tra l’ASP “Golgi – Redaelli” e l’associazione culturale ArtCityLab ed è inserita all’interno dell’iniziativa Milano Attraverso (“Persone e luoghi che trasformano la città”, un progetto ideato da ASP Golgi-Redaelli, sostenuto da Fondazione Cariplo e Fondazione AEM, e condiviso da importanti istituzioni e associazioni culturali milanesi.)

L’associazione ArtCitylab nasce nel 2016 e intende far relazionare istituzioni, cittadini, associazioni e fondazioni, creando un dibattito sul territorio e facendo interagire tutte le discipline dell’arte, con un’attenzione particolare ai progetti che sviluppano format all’interno dei quali lo spettatore fa parte del processo creativo, così da rendere luogo, processo e opera parte di un’unica dinamica.
Lo spazio pubblico diventa in questo modo il luogo d’incontro di una progettualità cittadina che si sviluppa a partire da un’idea creativa ma che automaticamente perde la centralità del creatore per aiutare lo spettatore ad essere attivo e partecipe del processo di creazione o della visione.
Per info: artcitylab@gmail.com

22366268_1552781248101350_4192979760449120562_n