< RESIDENZE INSENSATE / SENSELESS RESIDENCY
SAVE_20211114_183040

Camilla Pavan – Clara Scola

Allo stesso tempo

Camilla Pavan – Clara Scola >21 November – 5 December 2021 >

Cose Cosmiche è felice di presentare la Residenza Insensata di Camilla Pavan e Clara Scola tra le vincitrici del programma di Residenze Insensate 2020-2021. Il Progetto iniziale proposto si è modificato nel tempo e questa caratteristica di mutazione lo accompagnerà nelle sue fasi di sviluppo.

Cose Cosmiche is ultraproud to present the Residenza Insensata (‘Senseless Residence’) of Camilla Pavan and Clara Scola, among the winners of the Residenze Insensate 2020-2021 program. The proposed initial project has changed over time and this characteristic of mutation will become part of the project.

Allo stesso tempo

Il periodo in residenza mira ad essere uno spazio-tempo di ricerca, volto alla risiginificazione del tempo libero, escluso dalle logiche frenetiche della contemporaneità (intesa nel senso dell’essere di nuovo presenti nel tempo e con il tempo). Un esercizio volto alla sopravvivenza e alla rivalutazione del tempo ritenuto improduttivo e sprecato, minacciato dall’iperproduzione e dalle logiche di controllo di cui siamo protagonisti in questi ultimi anni.

Nel tentativo di sovvertire gli schemi mentali e convenzionali legati al tempo, la ricerca si concentrerà nel raccogliere materiale testuale e visivo di vario genere, per riconfigurarlo con nuovi significati. Un montaggio di testi e di immagini, all’interno di un quaderno di appunti in divenire, proporrà delle alternative alla considerazione comune del tempo, utilizzando come chiave di lettura narrazioni reali ed inventate. Una raccolta di pensieri, immagini e testi, dove l’immaginazione diviene motore di alternative possibili al ticchettio dell’orologio contemporaneo e ultimo esercizio di libertà.

Application per residenze insensate 2020: Irragionevole, assurdo e praticamente impossibile è vivere oggi senza internet. Dal 1964 esiste, dal 1994 è collettivo, prima solo per computer e lentamente si è incollato alle nostre mani attraverso gli smartphone e ci mantiene in perenne contatto. Ricordi com’era prima di averlo in tasca? La possibilità di essere connessi è sempre con noi, anche di notte, come se internet fosse un luogo sicuro in cui rifugiarsi dalla quotidianità; anche se, nella maggior parte dei casi, esso si rivela un meccanismo di isolamento. Momenti solitamente intimi e privati vengono soppiantati dalla facilità di usufruire piattaforme online (come Netflix, Instagram, Facebook, ecc… ) per riempire il tempo libero. more>

Camilla Pavan (Venezia, 1995), vive e lavora tra Milano e Venezia.
Attualmente collabora con una giovane start up che si dedica all’arte contemporanea. Precedentemente ha collaborato come mediatrice culturale presso European Cultural Center e come assistente per l’Ufficio Stampa della Biennale di Venezia in occasione della 78 mostra d’arte cinematografica di Venezia. È laureata in Comunicazione presso l’Università degli studi di Padova (2017) dove ha partecipato al programma Erasmus + in giornalismo presso l’Universidad Rey Juan Carlos di Madrid (2015-2016). Successivamente ha conseguito il titolo magistrale al biennio di Visual Cultures e pratiche curatoriali presso l’Accademia di Belle arti di Brera (2021).
Clara Scola (Lecco, 1994) è curatrice indipendente e co-fondatrice di AWI – Art Workers Italia. Attualmente è coordinatrice di Giacomo, spazio espositivo e didattico dell’Accademia di Bergamo G. Carrara e dal 2020 è art director di AnonimaKunsthalle a Varese; inoltre è assistente di studio dell’artista Alek O. Dal 2016 ad oggi ha curato diverse mostre personali e collettive di giovani artisti per varie realtà espositive tra cui: AnonimaKunsthalle (Varese 2020-on going), Spazio Giacomo (Bergamo, 2019-2021), Maratona di visione (online, 2019-2021), Fotopub (Novo Mesto, Slovenia, 2019), Vaku Project Space (Bergamo, 2016-2019), MicroGallery (Tirana, Albania, 2016). Nel 2017 si laurea in Nuove Tecnologie per l’Arte Contemporanea presso l’Accademia di Belle Arti Giacomo Carrara di Bergamo, città dove ha completato un tirocinio annuale presso The Blank Contemporary Art, associazione fondata da Stefano Raimondi; successivamente segue il biennio di Visual Cultures e Pratiche Curatoriali presso l’Accademia di Brera, dove si laurea nel 2021 .

—————————-

RESIDENZE INSENSATE 2017-2021, a cura di Cose Cosmiche. La Fondazione Arthur Cravan indice un programma di residenze e mette a disposizione un luogo dove sia possibile elaborare e dedicarsi a progetti considerati insensati: oltre il buon senso comune, gli standard, le norme e normalizzazioni (consapevoli o inconsapevoli) della produzione artistica e intellettuale del tempo… di questo tempo.

La Fondazione Arthur Cravan è ispirata al performer dadaista A. Cravan ed ha l’obbiettivo di supportare, produrre e promuovere idee e progetti considerati ‘Irrealizzabili’, ‘non convenzionali’ e ‘Senza Futuro’.

 

RESIDENZE INSENSATE 2017–2021, curated by Cose Cosmiche. The Fondazione Arthur Cravan announces a residence programme, making a space available in which artists may focus on and develop projects deemed senseless: beyond common sense, standards, the norms and normalisation (both those of which we are aware and unaware) of the artistic and intellectual production of time… of this time.

The Fondazione Arthur Cravan is inspired by the Dadaist performer A. Cravan, and aims to support, produce and promote ideas and projects considered ‘unachievable’, ‘unconventional’ and ‘with no future’.